Matinée con l'artista Karin Welponer

Sabato, 11 marzo 2017
ore 11.00



In occasione della festa della Donna, Merano Arte e il Comune di Merano sono lieti di invitare tutti ad un incontro con l’artista bolzanina Karin Welponer.

Nell’ambito del Matinée, Ursula Schnitzer dialogherà insieme all‘artista della sua opera e dell’attività di promotrice culturale.

Tra il 1959 e il 1964, Karin Welponer ha frequentato l’Accademia di Belle Arti di Monaco, città nella quale ha vissuto fino alla metà degli anni Ottanta e dove ha svolto attività artistica e grafica indipendente. Nel 1985, insieme ad Elisabeth Baumgartner, Eva Kreuzer Eccel, Christoph Mayr Fingerle, Marjan Cescutti e Gerhard Mumelter, ha fondato la Galleria Museo di Bolzano, oggi ar/ge kunst.

All’interno della sua opera, estremamente complessa, il disegno e la carta rappresentano delle costanti di riferimento. Welponer descrive sé stessa come una cercatrice. Attualmente sta utilizzando il carboncino, stimando questo particolare mezzo espressivo per la sua “incorruttibilità”.

All’interno di un breve omaggio alla matita, Karin Welponer ci offre uno spaccato della sua profonda passione artistica.

“La matita mi accompagna ovunque. In ogni tasca anche in quelle di giacche e pantaloni è sempre a disposizione. Un lapis è mutevole, obbedisce alla pressione esercitata, anche le mine più grosse possono restituire sulla carta delicati pigmenti ombreggiati, ma anche oscurare aree definite. Una matita non si inceppa, non cola. Disegna con tratto sottile e tagliente, in lungo e in largo. Il suo segno restituisce stati d’animo, è modesta ed affidabile fino al mozzicone. Si può cancellare e schiarire.”

In lingua tedesca